Sabato 18 novembre 2017, sarà una giornata speciale per l’Istituto “San Giuseppe” delle Suore Orsoline a Terracina: in mattinata, la scuola a due passi dalla spiaggia di Levante sarà aperta per l’Open Day, mentre il pomeriggio diventerà un grande campo di gioco con le creazioni di Ludobus Legnogiocando.

Dalle ore 10 alle 12, l’istituto aprirà le porte a genitori e alunni per farsi conoscere e scegliere in previsione del prossimo anno scolastico. Per chi la conosce e l’ha scelta già, sarà l’occasione per una visita comunque speciale tra i corridoi e le aule dell’istituto; per chi, invece, non la conosce, sarà certamente un modo interessante di vederne da vicino gli spazi, l’utenza e l’offerta formativa. Ci saranno i docenti, pronti a rispondere a tutte le domande degli adulti, mentre gli alunni più grandicelli faranno da guida agli altri.

Questo sabato speciale continuerà dalle ore 14 alle 19, quando l’Istituto diventerà un enorme scatolone pieno di giochi, tutti di legno e formato gigante.

“A scuola per…giocare” è l’evento che la scuola organizza con Ludobus Legnogiocando, un furgone che parte dalle Marche e porta ovunque i giochi realizzati a mano da Manuel Pucci con il legno e altri materiali poveri, ispirati alla tradizione ludica italiana ed europea. E’ dal 2003 che il Ludobus Legnogiocando va in giro per l’Italia raggiungendo soprattutto bambini e ragazzi per stimolarli a giocare come si faceva “una volta”, trasformando strade, piazze e parchi in luoghi di gioco e divertimento.

Proprio quello che succederà il prossimo 18 novembre, quando per un intero pomeriggio l’istituto diventerà una sorta di grande campo da gioco, dove la flotta di Ludobus sbarcherà con i tantissimi giochi che a bordo del furgone vanno su e giù per lo stivale: la dama, lo scacchi, forza quattro, tris, giochi a incastro e tantissimi altri modi per divertirsi in maniera intelligente, stimolante e, soprattutto, tutti insieme, grandi e piccini.

Un modo diverso e bello di vivere lo spazio scolastico, che per l’occasione sarà aperto all’intera cittadinanza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here