Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 45 del 22.03.2017, il Comune di Terracina consente che il cosiddetto Ritratto di sovrano ellenistico esposto nel Museo Civico “Pio Capponi” venga concesso, in prestito temporaneo, alla Mostra Mutina Splendidissima, che si svolgerà a Modena, presso la Sala espositiva Foro Boario dal 25 novembre 2017 al 2 aprile 2018.

La direzione dei musei civici della città emiliana, di concerto con la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna, le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, il Segretariato Regionale per i Beni le Attività Culturali ed il Turismo e dalla Regione Emilia-Romagna, ha illustrato il progetto scientifico ed espositivo della mostra su menzionata, che intende celebrare i 2200 anni dalla fondazione della città romana (183 a.C.) e che rientra in un più ampio progetto dal titolo 2200 anni lungo la Via Emilia, che riunisce le città di Parma (fondata anch’essa nel 183 a.C.) e Reggio Emilia.

La mostra intende rendere percepibile la realtà sepolta dell’antica Mutina e favorire il dialogo tra passato e presente, valorizzando tutti gli aspetti che lo straordinario patrimonio della romanità ha lasciato alla città moderna; il percorso espositivo prevede un excursus che, dalla fondazione della città, si estende fino alle soglie della contemporaneità e si arricchisce di reperti ed opere d’arte provenienti da musei italiani ed europei.

A tale scopo, la direzione aveva richiesto il prestito temporaneo del reperto conservato a Terracina. Il direttore del museo “Capponi”, professor Pietro Longo, tenuto conto che il pregevole reperto non presenta criticità che ostano il trasferimento temporaneo in altra sede, ha espresso parere favorevole alla concessione del prestito del reperto, previa ottemperanza delle sotto indicate prescrizioni:

  • presentazione del progetto espositivo specifico della mostra, con indicazione precisa del periodo di esposizione
  • redazione di un analitico facility report
  • copertura assicurativa (chiodo a chiodo) del reperto
  • trasporto del reperto stesso con mezzo idoneo di ditta specializzata in trasporti di opere d’arte accreditata presso il Ministero
  • disimballaggio e allestimento definitivo nella sede della mostra (e viceversa, dalla mostra al Museo di Terracina)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here