Da ieri, diverse squadre di Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Polizia Locale, forze dell’ordine tutte e numerosi volontari sono impegnati al ritorno delle normali condizioni di vita e di traffico nelle zone di Borgo Hermada, Le Mole (presso la SS7 Appia) e San Vito, nel territorio di Terracina, flagellate da una potente tromba d’aria che ha causato danni molto seri alle abitazioni, alle strade e alle aziende agricole delle zone.

Pali telefonici e della luce divelti, alberi abbattuti, serre letteralmente scoperchiate, strade allagate, campi devastati, con gravissimo danno per gli agricoltori locali, già duramente provati dalla siccità di quest’estate: questo lo spettacolo cui si sono trovati di fronte i soccorritori giunti ad aiutare i residenti delle zone, rimasti per ore senza acqua né corrente elettrica. Praticamente, isolati.

Danni e disagi che perdurano tuttora, in attesa che vengano completate le operazioni di messa in sicurezza e ripristino della normalità.

Intanto, il primo cittadino di Terracina, Nicola Procaccini, ha dichiarato che nel corso della notte “sono stati installati 12 gruppi elettrogeni, grazie ai quali è stata ripristinata la corrente elettrica in buona parte dell’area colpita dal tornado. Restano ancora senza elettricità le zone de La Guardiola, Crocetta, Strada Migliara 58, e alcuni altri insediamenti più piccoli”.

Nel corso della giornata, prosegue il sindaco, “mi confermano dall’ENEL che dovrebbe essere ripristinata la corrente dappertutto (la tromba d’aria ha letteralmente distrutto diverse cabine elettriche, ndr). Un ringraziamento a tutti i loro tecnici che la notte scorsa hanno lavorato in condizioni davvero proibitive, e continuano ancora a farlo”.

Procaccini ha poi invitato i cittadini colpiti dal disastro a segnalargli direttamente eventuali disagi e a usare la massima prudenza e cautela negli spostamenti, suggerendo di non usare le autovetture se non per casi di estrema necessità.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here