È stata deliberata e firmata oggi la convenzione tra la Città di Terracina e la Soprintendenza dei Beni Culturali per l’utilizzo dei due milioni di euro che il MIBACT ha destinato al recupero e alla rifunzionalizzazione del Teatro Romano di Terracina.

Il sindaco Procaccini esprime la propria soddisfazione: “Un altro tassello decisivo per la rinascita del Teatro è stato oggi posizionato. La convenzione firmata con il Soprintendente Gizzi chiude una fase e apre quella dell’operatività del recupero. Tra febbraio e marzo dovrebbero terminare i lavori di smantellamento del fabbricato attualmente in corso e, praticamente in contemporanea, dovrebbero partire le attività di recupero del Teatro. L’attesa diventa ogni giorno più trepidante e cresce insieme all’emozione che comunque non influisce sulla determinazione con cui stiamo perseguendo l’obiettivo. Siamo di fronte ad un’opera che, ne sono convinto, è destinata a cambiare il volto e il destino della città. Un passo dietro l’altro, ce la faremo”.

Anche l’assessore alla Cultura e al Turismo Barbara Cerilli non nasconde l’ottimismo: “Abbiamo temuto che questo momento potesse non materializzarsi. Gli ostacoli sul cammino di imprese come questa sono sempre molti e per superarli ci è voluta molta calma, pazienza e freddezza. Oggi siamo un po’ più vicini alla realizzazione del sogno, ma consapevoli che bisogna procedere con determinazione e assicurarci che tutto sia fatto al meglio perchè l’obiettivo da raggiungere è di un valore inestimabile per Terracina”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore, inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci qui il tuo nome e cognome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.