Le Città Gemellate manifestano il loro sostegno e la loro solidarietà a Terracina, dopo il tornado che ha devastato le vie del centro storico alto e basso il 29 ottobre scorso. Nella mattinata di ieri, accompagnati da Gianluca Zomparelli – presidente del Comitato per i Gemellaggi della nostra città – sono giunti in visita Nicolas Cherrier, in rappresentanza del Comité de Jumelage di Cabourg (Francia) e Julija Bukingolta, referente della località gemellata di Jurmala (Lettonia).

La delegazione è stata dapprima ricevuta in Comune dal Sindaco Nicola Procaccini, il quale ha illustrato loro la portata dell’evento calamitoso, i danni che esso ha causato e i tempi per completare i lavori di ricostruzione.

Successivamente, i componenti della delegazione si sono recati presso l’Istituto Scolastico “Maestre Pie Filippini”, uno degli edifici pubblici del Centro Storico Alto maggiormente danneggiati dalla tempesta e per la ricostruzione del quale il Comité de Jumelage di Cabourg ha avviato nei giorni scorsi una campagna di raccolta fondi, tuttora in corso nella cittadina della Bassa Normandia, grazie all’iniziativa del sindaco Tristan Duval e della presidente del Comitato Monique Bourdais.



Solidarietà e supporto a Terracina sono giunti anche dalle Città Gemellate di Mondorf-Les-Bains (Lussemburgo) e Bad Homburg (Germania), attraverso i rispettivi primi cittadini Lex Delles e Alexander Hetjes.

“Voglio esprimere il mio più sincero ringraziamento a tutte le nostre Città Gemellate per la vicinanza e la solidarietà che stanno esprimendo nei confronti di Terracina in questo momento per noi drammatico – ha dichiarato il sindaco Procaccini – In particolare, ringrazio davvero di cuore la città di Cabourg per la campagna di raccolta fondi che ha avviato per la ricostruzione di un edificio simbolo come l’Istituto ‘Maestre Pie Filippini’, così duramente colpito dal tornado. Un gesto di amore e di supporto per la nostra città, che mostra come l’Europa unisce le popolazioni nel segno della pace e della solidarietà, anche e soprattutto in occasione di eventi così tragici”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore, inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci qui il tuo nome e cognome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.